Spazi liberi per i giovani: manifestazione in piazza il 23

4' di lettura 30/11/-0001 -
Il Comitato Spazi Sociali Autogestiti, il “Circoletto” di via Sacramento e la L.U.P.O. (Lotta di unità Proletaria Osimo) organizzano una manifestazione aperta a tutti sabato 23, dalle ore 17.00, in piazza Boccolino.

da L.U.P.O.
www.luposimo.org


Si è tenuta un’assemblea cittadina sul problema del “Circoletto” e sulle istanze che stanno portando avanti i ragazzi del Comitato Spazi Sociali Autogestiti; gli interventi hanno evidenziato come le politiche di questa amministrazione comunale in merito alle associazioni diano la sensazione di essere improntate più alla ricerca di consenso (favorendo quelle ritenute più vicine) o al riscontro di finalità lucrative e meno alla promozione di una autentica partecipazione democratica, lasciando adito a dubbi di discriminazione.

In particolare la vicenda del circolo Arci, unica fonte di svago, cultura, riflessione politica per centinaia di iscritti, vista la cronica mancanza di spazi adeguati di questo tipo altrove in Osimo, risulta emblematica, dal momento che si trova sotto sfratto e che nell’ala dello storico palazzo Baldeschi che lo ospita è previsto di ricavare ennesimi appartamenti, vista la mancata acquisizione del comune, come se non ce ne fossero già abbastanza nel cementificatoio che è diventato il nostro territorio (a chi andranno?); inoltre le ordinanze recenti del sindaco che parrebbero sollecitarne la prossima chiusura ne limitano pesantemente le attività e pongono gravi problemi economici al gestore.

Alla battaglia del Circoletto per continuare ad esistere si affianca la battaglia del CSSA (Comitato per gli Spazi Sociali e Autogestiti n.d.R.) per la realizzazione di un centro sociale autogestito, sottratto alle logiche del profitto e del controllo dei partiti, che sia luogo di socialità e di produzione culturale e politica autonoma dal mercato dei divertimentifici ed indipendente dall’eterodirezione dall’alto che spesso le istituzioni comunali pretendono di imporre: uno spazio dell’autovalorizzazione e dell’autoorganizzazione sociale in alternativa allo spazio sempre più esteso che ha valore invece per la speculazione edilizia e per la rendita fondiaria.

Esponenti di Lupo hanno evidenziato la politica dei due pesi e due misure che porta sovente a promuovere tutte quelle attività, favorire quelle associazioni o formule associative che abbiano un qualche ritorno per la Giunta ignorando, quando non ostacolando, le altre.

Questa tendenza si è riscontrata clamorosamente quando venne respinta la richiesta di iscrizione all’albo delle associazioni comunali dell’associazione 4 luglio (nome che ricordava la Liberazione di Osimo e ironizzava sulla dichiarazione d’Indipendenza americana) con la scusa che era politicizzata: dal momento che 4 luglio, Lupo, CSSA e Circoletto non sono partiti, se sono politicizzati lo sono quanto può esserlo l’associazione JU-TER e non si capisce a che titolo altre associazioni abbiano fondi e sedi e queste, sicuramente altrettanto rappresentative non ne abbiano diritto.

La chiusura del circolo Arci limiterebbe anche le iniziative dei ragazzi del CSSA in questi periodi ospitate sovente nei suoi locali, dal momento che non ha ancora avuto corso la loro istanza, sottoscritta da centinaia di cittadini, nonostante un colloquio ed una lettera aperta inviata al sindaco che si è impegnato ad affrontare la questione dopo le feste; tuttavia, anche senza una sede, il comitato si sta ponendo come concreto punto di riferimento per tanti giovani e tanti studenti che ha anche contribuito ad organizzare in manifestazioni studentesche e presidi.

Ed una ennesima manifestazione è stata decisa al termine dell’assemblea per portare ai cittadini, in forma più compiuta, le considerazioni qui esposte; Si svolgerà in piazza Boccolino, sabato 23, dalle ore 17.00 e comprenderà interventi di informazione, proseguirà la raccolta firme per la petizione popolare per gli spazi autogestiti, ci saranno anche spettacoli di teatro di strada con i “Ludoerranti” e musicisti acustici.

Il comitato promotore comprende per ora Comitato Spazi sociali Autogestiti, il “Circoletto”, LUPO ed è aperto alle adesioni di tutte le forze sociali e politiche, ai centri sociali, ai circoli arci, sarà invitato anche il presidente dell’ARCI regionale C. Maderloni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 dicembre 2006 - 1750 letture

In questo articolo si parla di politiche giovanili, comitato per gli spazi sociali e autogestiti, l.u.p.o.





logoEV