Imesa Osimo, Cioppi: “Una grande difesa per sbancare Trapani”

30/11/-0001 -
Il tecnico della Robur analizza la prossima trasferta in Sicilia. Squadra al completo con il recupero di Gurini.

da Imesa Osimo


“Finalmente dopo un mese, condizionato da diversi infortuni, torneremo a giocare al completo. E la trasferta di Trapani (domenica 10 dicembre, ndr.) impone di avere la squadra tutta disponibile, anche se alcuni elementi non solo al top della condizione, vedi il rientrante Gurini”.

E’ quanto ha dichiarato il coach dell’Imesa Osimo, Stefano Cioppi, in vista del delicato incontro siciliano.

Venendo a parlare del prossimo avversario il coach roburino ha precisato che: “Trapani è una squadra costruita per stare nelle zone alte della classifica; ad inizio stagione ha incontrato dei problemi rimediando qualche sconfitta di troppo, ed ora si sta riprendendo, è in striscia positiva da due turni. Anche loro, come noi fino all’altro ieri, sono alle prese con degli infortuni importanti, come quelli che stanno tenendo fuori il play-guardia Aniello Laezza e l’ala Damiano Faggiano. E nonostante queste due assenze il Trapani è riuscito a fare quadrato e a risalire la china”.

“Inoltre –ha precisato Cioppi- Trapani può far leva su delle individualità del calibro di Reale ed Acunzo, rispettivamente ala e ala-pivot, sotto le plance, e dei tiratori Tessitore e Colussi, insomma, l’ennesima squadra tosta da affrontare”

E su come l’Imesa cercherà di espugnare il parquet di Trapani, Cioppi ha detto: “Possiamo imporci solo disputando la nostra classica gara basata su una difesa aggressiva e su soluzioni mirate in attacco. Dobbiamo scendere in campo concentrati al massimo, come abbiamo fatto nelle gare che abbiano vinto al PalaBaldinelli. Non possiamo concederci alcun tipo di pausa mentale. Le speranze sono quelle di arrivare al match con il Trapani al completo, come lo siamo oggi (giovedì 7 dicembre, ndr.), di effettuare un viaggio più tranquillo rispetto a quello che ci ha condotto a Patti la scorsa settimana e di avere una coppia arbitrale all’altezza della situazione ed imparziale, perché se guardiamo le statistiche troviamo che ci sono stati fischiati più falli a sfavore che a favore, spesso le squadre che affrontiamo non arrivano a raggiungere il bonus in due quarti su quattro”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 dicembre 2006 - 1076 letture

In questo articolo si parla di sport, imesa osimo, stefano cioppi