Imesa Osimo, Cioppi: ''Perso a Patti per colpa della nostra difesa''

2' di lettura 30/11/-0001 -
"Quella di Patti è una sconfitta che ti fa arrabbiare". Il coach dell’Imesa, Stefano Cioppi, al ritorno dalla trasferta di Patti dove la formazione osimana ha ceduto le armi per 77-75, annuncia la necessità di "una seria riflessione sul nostro comportamento in campo".

da Imesa Osimo


“Quella di Patti è una sconfitta che ti fa arrabbiare. Oltre alla situazione contingente degli ultimi istanti di gara, dove a noi sul tiro di Bucci non è stato fischiato un fallo sacrosanto e grande come una casa, c’è da fare una seria riflessione sul nostro comportamento in campo”.

E’ quanto ha dichiarato il coach dell’Imesa, Stefano Cioppi, al ritorno dalla trasferta di Patti dove la formazione osimana ha ceduto le armi per 77-75.

“Patti contro di noi –ha proseguito Cioppi- ha disputato la sua migliore partita stagionale. Hanno meritato di vincere; per contro, noi abbiamo giocato la nostra peggior npartita stagionale. La loro difesa aggressiva ci ha messo spesso in difficoltà. Ma è la nostra difesa che è da mettere sotto accusa, in quanto abbiamo permesso loro una eccessiva circolazione di palla, che ha finito con il punirci.

A parziale scusante dell’opaca prova in difesa dei miei uomini c’è il fatto dell’incredibile viaggio che abbiamo affrontato per raggiungere Patti. Oltre tredici ore di viaggio nella giornata di sabato, per andare a letto alle 3 e mezzo di notte. Un viaggio che, probabilmente, ha poi creato delle ripercussioni nella squadra una volta scesa in campo”
.

“Comunque –ha aggiunto il coach dell’Imesa- tengo a sottolineare un fatto curioso: le squadre che affrontiamo riescono a chiudere il secondo e l’ultimo quarto di gioco senza raggiungere il bonus dei falli, soprattutto quando giochiamo in trasferta, nonostante applichino costantemente delle difese aggressive”.

“Tutto questo –ha concluso Cioppi- ci fa estremamente arrabbiare perché ieri a Patti, come in altre situazioni recenti meritavamo di vincere. Vorrà dire che dobbiamo trasformare tutta questa rabbia accumulata in aggressività positiva sin dal prossimo match di Trapani”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 dicembre 2006 - 1042 letture

In questo articolo si parla di sport, imesa osimo, stefano gatto





logoEV