Si costituisce l'associazione ''Tolleranza Zero''

30/11/-0001 -
Con una buona dose di sarcasmo e in un tono nettamente provocatorio, Fabio Pasquinelli annuncia la nascita dell'Associazione "Tolleranza Zero".

da Fabio Pasquinelli


"Si costituisce ad Osimo in data 26/11/06, ore 04.00, l'associazione "TOLLERANZA ZERO".

Finalmente il sindaco Latini comprende che la cittadinanza osimana necessita di insicurezza, nonchè di una buona dose di terrore. Noi siamo con lui. Già da tempo caldeggiavamo una svolta politica delle liste civiche che portasse la pratica del terrorismo come forma di comunicazione universale, non tanto per conformare il clima della nostra città alla stregua dell'isterismo di bifolchi borghi d'America,.bensì per incrementare l'adrenalina sociale che sola può ergersi ad igiene del mondo.

E se il ventre del fenomeno fosse il rinnovato pavè osimano, tutta pubblicità! Se solo pensiamo che la minaccia più grande per la sicurezza degli osimani derivi dal cielo, causa piogge troppo inclementi con il redditizio mattone, non capiremmo lo sballo dell'etica contemporanea, la texanizzazione del nostro cortile, la paletta che sbuca dall'indifferenza e scioglie il ghiaccio della nostra superata classificazione ideologica con l'affermazione ad effetto: "Paletta, culo e libbretto!".

Noi a tutta questa merda diciamo sì, con rafferma convinzione. Incrementare il controllo con telecamere, spioni ritardati di mente, castagne situazioniste con dolci colate di cioccolata, è indubbiamente la strategia migliore per farci sentire più sicuri, inutili. L'utilità è uno spreco! Quindi sosteniamo qualsiasi iniziativa di intolleranza, senza preconcette prese di posizione politiche. Puniamo, e puniamoci a vicenda!

L'associazione "TOLLERANZA ZERO" si erge, in controtendenza, a paladina del pessimo operato del sindaco casenovese, nel suo momento di massima impopolarità, occasione di storico successo per politici mediocri e associazioni dedite all'umidificazione organica delle loro terga. Siamo oggi, a differenza di ieri, al suo fianco.

INTOLLERANTI DI TUTT'OSIMO UNITEVI!, e ci spezzeremo le reni a vicenda. Non abbiate paura, il futuro non potrà mai essere peggiore del presente! A gran voce diciamo terrore sia, e chi non terrorizza il prossimo, sia terrorizzato dal prossimo stesso e da tutti i suoi parenti, in linea diretta e collaterale. A NOI!"





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 novembre 2006 - 1252 letture

In questo articolo si parla di fabio pasquinelli, associazione tolleranza zero