Unione per Osimo: ''Liste civiche incapaci di agire a livello nazionale''

30/11/-0001 -
Continua l'impegno anche da parte delle forze politiche del centro sinistra osimano per fronteggiare il post alluvione che duramente ha colpito i cittadini e le imprese osimane.

da Coordinamento de L’Unione per Osimo


Assidui contatti con i parlamentari dei partiti di maggioranza sono tenuti a Roma dagli esponenti politici locali, da Luigi Giacco, lui stesso deputato nella passata legislatura, all'assessore provinciale Stefano Gatto con delega proprio alla protezione civile, da Mirco Sesterzi dell'talia dei Valori che ha mantenuto i contatti con il Ministro Di Pietro, a tutti i segretari comunali dei partiti riuniti nell'Unione.

E’ appena di giovedì scorso l’incontro all’aeroporto di Falconara con il ministro del governo Prodi, Arturo Parisi, capo del dicastero alla difesa, da parte di Giacco e Gatto i quali hanno fortemente richiesto un interessamento sulla difficile situazione in cui versano privati e imprese che hanno subito così pesanti danni a seguito dell’alluvione, rappresentando le loro necessità.

I segnali positivi non sono mancati. Si esprime quindi soddisfazione per i provvedimenti fino ad ora intrapresi con il sostegno anche della Regione Marche, dalla immediata dichiarazione dello stato di emergenza alla emissione dell’ordinanza che stabilisce alcuni importanti criteri di intervento, all’emendamento alla finanziaria firmato da tutti i parlamentari delle Marche che prevede un finanziamento di almeno 50 milioni di euro spalmato in 15 anni ma da rendere disponibile nell’immediato con l’intervento degli istituti di credito.

Riteniamo quindi sia anche il momento di sottolineare quanto sia incisiva e importante l’azione dei partiti che possono contare sulla rappresentanza nazionale in grado di far intervenire lo Stato in momenti delicati in cui serve un sostegno ad una comunità locale, e quanto invece le liste civiche del Sindaco Latini si siano dimostrate incapaci di avere alcuna rappresentativa oltre i limitati confini del proprio circoscritto territorio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 ottobre 2006 - 879 letture

In questo articolo si parla di