Missiva del Vice Sindaco Simoncini ai parlamentari marchigiani

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il Vice-sindaco di Osimo Stefano Simoncini ha inviato una missiva ai parlamentari marchigiani affinché si attivino concretamente in favore della popolazione osimana colpita dalla calamità del 16 settembre.

da Comune di Osimo
www.comune.osimo.an.it


“L'area colpita, immediatamente a sud di Ancona – si legge nella missiva - è densamente occupata da attività industriali e commerciali. Vi sono numerose aziende, attività produttive, piccole e medie imprese industriali, commerciali e artigianali che hanno visto invasi da acqua e fango le loro strutture produttive, travolgere i loro macchinari - generalmente di alta tecnologia - ed i mezzi di trasporto, rovinare irrimediabilmente le loro merci.

Oltre 1000 sono gli occupati delle aziende osimane che oggi vedono a rischio il loro posto di lavoro poichè se non si riparte subito con la produzione le imprese temono di perdere commesse ed appalti.

Diverse famiglie hanno perso arredamenti interni ed autovetture e, specie le giovani coppie ancora alle prese con i mutui per l'acquisto della casa, sono decisamente in ginocchio.

Le infrastrutture pubbliche, specialmente strade, fossi, canali, ponticelli, fognature ed alcuni edifici, hanno subito ingenti danni.

Nonostante questo duro colpo gli impreditori ed i cittadini tutti si sono messi al lavoro, sotto la pioggia ed immersi nel fango, per ripulire le loro strutture, poichè la volontà di ripartire è forte, come lo spirito indomito ed operoso della gente marchigiana.

La risposta delle istituzioni locali è stata forte: Comuni, Provincia, Regione, Protezione Civile, CRI, Volontariato, forze dell' ordine hanno da subito affrontato energicamente l'emergenza e continuano nell'opera di soccorso ed aiuto.

Occorre però l'intervento dello Stato affinchè vi sia un contributo cospiquo di risorse pubbliche per risarcire comuni, imprese e famiglie dei gravi danni subiti. L'unica speranza è che nella prossima finaziaria o in provvedimenti specifici il Governo Centrale non abbandoni questo territorio e riservi concreti aiuti economici per la ripresa come pure per la manutenzione costante del reticolo idrografico e delle infrastrutture.

La ringrazio per l'attenzione e per quanto potrà fare e la saluto cordialmente”.

(Foto di Francesco Silenzi - sito web Osimo)





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 settembre 2006 - 969 letture

In questo articolo si parla di