Le ''Visioni di Galileo'': il difficile rapporto tra scienza e etica a teatro

3' di lettura 30/11/-0001 -
Da oggi fino a sabato va in scena al Teatro Persiani "Visioni di Galileo", tratto dal dramma "Vita di Galileo” di Bertolt Brecht: previste quattro repliche per gli istituti scolastici cittadini; replica serale aperta alla cittadinanza sabato alle ore 21.

da Comune di Recanati


Nuovo suggestivo appuntamento al Teatro Persiani dove da oggi fino a sabato 8 aprile andrà in scena “Visioni di Galileo”, tratto da “Vita di Galileo” di Bertolt Brecht, per la regia di Maxmilian Mazzotta.

Si tratta di uno spettacolo teatrale che si avvale della partecipazione di giovani attori e che stimola i ragazzi a riflettere sulla figura di Galileo Galilei – e su temi come la responsabilità etica dello scienziato e la libertà di pensiero – ma anche ad approfondire la conoscenza di un genio del teatro come Bertolt Brecht.

Entrambi, inoltre, concentrano il proprio metodo sull’osservazione delle cose. Ed è proprio l’osservazione che unisce in maniera intellettuale e spirituale il genio di Brecht con quello di Galilei.

“C’è un talento in ognuno di noi… una predisposizione naturale del nostro sé che scalpita e agisce fin dalla nascita”, dichiara Maximillian Mazzotta, già allievo della Scuola del Piccolo Teatro, oggi direttore dell’Associazione Libero Teatro di Cosenza, che ribadisce, “alcune persone riescono a scovarlo, a seguirlo e a sublimarlo nel suo esistere, altri invece, hanno bisogno di sperimentare, di avere accanto piccoli e grandi maestri che fanno da specchio, agevolando così l’osservazione del sé”.

Lo spettacolo, confrontando in modo divertente il giovane pubblico con l’esempio metodologico offerto da Galileo e Brecht, invita ad osservare ed “osservarsi” in un gioco continuo tra un’idea della scienza e del teatro e la sua possibile applicazione alla realtà di tutti i giorni.

Il nuovo appuntamento al Persiani rientra nel progetto voluto dall’Amministrazione comunale di avvicinamento dei giovani al teatro e avrà infatti come protagonisti i ragazzi delle scuole recanatesi.

Da oggi a sabato mattina (ore 10,30), infatti, sono previste quattro repliche per gli istituti scolastici cittadini. Nel cartellone è stata inoltre inserita una replica serale (sabato alle ore 21) aperta alla cittadinanza ad un prezzo speciale: 15 euro l’ingresso intero e 10 la riduzione. Alla biglietteria del teatro sono ancora disponibili dei posti.

Sul palco ci saranno Alessandro Castriota Scanderbeg, Antonella Cerra, Gioconda Bianchi, Graziella Spadafora, Luigi Distinto, Dario Natale, Roberto Andrioli, Meruska Staropoli, Francesca Gariano, Maria Todaro, Maria Teresa Guzzo, Donato Martano, Gennaro Balzano.
Lo spettacolo è frutto di una coproduzione Piccolo Teatro di Milano, Associazione Libero Teatro, Teatro Rendano e Comune di Cosenza.

Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere alla biglietteria del Teatro Persiani al numero 071.7579445. L’orario di apertura è da martedì a sabato dalle ore 11 alle 13 e dalle 16 alle 20.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 aprile 2006 - 1632 letture

In questo articolo si parla di





logoEV